Posted on

Bit Panda a Vienna, in Austria, è emersa recentemente con diversi fondi aggiuntivi sotto la sua ala, ed è stato rivelato che gran parte di quel denaro proveniva dal miliardario Peter Thiel e dalla sua società Valar Ventures.

Bit Panda raccoglie fondi da Thiel

Più di 50 milioni di dollari (circa 52 milioni di dollari in totale) sono stati raccolti dalla società da Thiel attraverso un round di finanziamento di Serie A che comprendeva diversi altri investitori come Speed Invest. L’azienda sta pianificando di utilizzare il denaro per garantire che i suoi prodotti siano disponibili sui mercati europei. Sta anche cercando di introdurre nuovi prodotti entro il prossimo anno.

Inoltre, Andrew McCormack – un partner di Valar – ha annunciato che entrerà a far parte del consiglio di amministrazione di Bit Panda grazie ai soldi che la sua azienda ha dato.

In una dichiarazione, spiega:

Riteniamo che Bit Panda sia perfettamente posizionata per sfruttare l’opportunità di scalare in tutta Europa e continuare ad attrarre utenti fedeli, cosa che il team ha già dimostrato di poter fare in modo proficuo.

Anche l’amministratore delegato di Bit Panda Eric Demuth è stato veloce a dire la sua, menzionando:

Il nostro obiettivo è quello di diventare la principale piattaforma di investimento e di trading in Europa, non solo per le persone che hanno già familiarità con il trading, ma per tutti.

Finora l’azienda è riuscita a raddoppiare i suoi ricavi annuali. Attualmente vanta anche più di un milione di utenti. Essa sostiene gli investimenti non solo in una grande varietà di valute digitali, ma offre anche la possibilità di acquistare metalli preziosi come l’oro e l’argento. Bit Panda ha annunciato piani per fornire potenziali stock option ai propri clienti a partire dal prossimo anno, offrendo loro ulteriori opportunità di investimento.

Peter Thiel è ampiamente noto per la sua co-fondatrice della popolare società di pagamenti PayPal. È anche un investitore precoce nella piattaforma di social media Facebook e in passato ha sostenuto diversi altri progetti e startup di criptovalute in passato. Più di due anni fa, nel luglio del 2018, Thiel ha guidato i finanziamenti per Block.one, l’azienda responsabile di aver portato EOS (EOS) al tavolo di crittografia, mentre un anno fa, in ottobre, ha guidato i finanziamenti per Layer1, un’azienda mineraria Bitcoin Code che aveva aperto le sue porte al business in Texas, facendo di lui un vero leader nello spazio dei finanziamenti crittografici.

Una linea di investimenti per nuove aziende

Ultimamente, sembra che le società di bitcoin e di crittovalute stiano sottraendo un sacco di soldi per le loro operazioni, un esempio lampante è la società digitale Bitwise. La società è già riuscita a mettere da parte circa 9 milioni di dollari per il suo nuovo fondo bitcoin e ha depositato tutte le pratiche necessarie presso la Securities and Exchange Commission (SEC).

I documenti suggeriscono che il denaro al seguito provenisse da circa 40 investitori separati e che l’investimento minimo fosse di poco inferiore ai 4.000 dollari. La società è ancora relativamente nuova, ma è riuscita a più del doppio dei suoi fondi solo negli ultimi due anni.